News & Insight

Vendere su Alibaba: un’opportunità per le aziende

Il digitale per le PMI italiane rappresenta oggi una finestra sul mondo, le nostre pmi producono
prodotti di alta qualità Made in Italy che sono molto ben ricercati all’estero quindi oggi con il
digitale abbiamo la possibilità di far conoscere i nostri prodotti in modo facile e 24 ore su 24
tutti i giorni attraverso gli strumenti digitali. Lo strumento digitale più famoso di cui parliamo oggi è Alibaba.

Cos’è Alibaba

Alibaba è una piattaforma, un marketplace B2B che ha l’obiettivo di mettere in contatto acquirenti e fornitori. La piattaforma è efficientissima è ormai un colosso conosciuto in tutto il mondo, a differenza di quanto si pensi normalmente non è una piattaforma unicamente per la Cina ma un marketplace utilizzato da 18 milioni di buyer, quindi compratori online che si recano sulla piattaforma per trovare fornitori da tutto il mondo.

Sulla piattaforma ci sono oltre 18 milioni di buyer attivi che arrivano da Stati Uniti, India, Canada, Brasile, Australia, Regno Unito, Russia, Turchia e da tutti quegli stati solitamente interessati al Made in Italy, in tutto 190 Paesi, la piattaforma si traduce in automatico in più di 19 lingue.

Alibaba per le PMI italiane

Le PMI italiane sono fornitori molto ricercati, il made in Italy è molto apprezzato all’estero, soprattutto per quanto riguarda il food e beverage, ma anche per tutto ciò che riguarda la meccanica, la produzione e tutto ciò che viene riconosciuto come Made in Italy.

Come funziona la piattaforma Alibaba

Il funzionamento di Alibaba non è come quello di Amazon, eBay o come i marketplace a cui siamo abituati. Non c’è una vendita diretta ma il buyer interessato chiede un preventivo al fornitore presente su Alibaba, in questo modo la trattativa avviene one to one, quindi viene creato uno scambio, si costruisce una relazione tra acquirente e venditore. La trattativa viene portata avanti in modo autonomo e “offline” per quanto riguarda le condizioni di prezzo e tutta la parte logistica.

Quindi si è liberi di valutare la convenienza dell’offerta del l singolo interlocutore e non ci sono fee sulla vendita.

L’intento di Alibaba è quello di posizionarsi come alternativa alle fiere tradizionali, eliminando spostamenti, stand, investimenti per gli allestimenti. Inoltre le fiere di settore si focalizzano e durano un certo periodo dell’anno, mentre Alibaba si vuole posizionare come fiera costante 24 ore al giorno ogni giorno senza limitazioni, possiamo definirla una vera e propria fiera perpetua, un Expo globale.

Traduzione automatica Alibaba

Il business model di Alibaba prevede che siano i venditori a pagare una annualità (una rata per 12 mesi), quindi una membership per essere presenti, così come si paga lo spazio in fiera. Un altro vantaggio di essere su Alibaba è il fatto che il nostro store, e di conseguenza i nostri prodotti, verranno tradotti automaticamente in 19 lingue, quindi non c’è nessun di problema legato alla comprensione di chi cerca con keyword nella sua lingua natia.

Promozione interna

Sulla piattaforma esiste un sistema di promozione, in modo da sponsorizzare i propri prodotti tramite keyword advertising. Effettuo degli investimenti per risultare primo tra i risultati, la stessa logica di altre piattaforme come, ad esempio, Google Ads, dove effettuo degli investimenti per essere posizionato con alcune keyword che sono di interesse per il mio business e di interesse per chi le ricerca.

Alibaba come motore di ricerca e strumento di branding

Così come avviene con Amazon, dove molti utenti usano il marketplace come motore di ricerca
quando abbiamo bisogno di un prodotto, non effettuando la ricerca su Google. Anche su Alibaba sta accadendo la stessa cosa, viene utilizzato come primo motore di ricerca per trovare informazioni su un prodotto.
Questa è un’opportunità per farsi conoscere, per posizionare il proprio brand perché abbiamo la possibilità di inserire su Alibaba, il nostro stand virtuale, in cui raccontare la storia, descrivere attività e presentare i prodotti.

In questo modo i possibili compratori vedranno i nostri prodotti, ma potranno leggere anche le informazioni della nostra azienda e contattarci dopo essersi informati. Questo è un ottimo modo anche per farsi conoscere e per portare avanti una strategia di branding.

Perché valutare la presenza su Alibaba

L’export B2B in Italia attraverso l’e commerce vale 132 miliardi ed equivale al 32 per cento di tutto l’export italiano, ciò significa che l’e commerce e la vendita all’estero dei nostri prodotti è davvero un’opportunità da cogliere. Il mio consiglio è quello di affacciarsi a queste opportunità in modo graduale, quindi prima di aprire un tuo ecommerce proprietario, se sei un fornitore, affacciati prima alle opzioni dei marketplace quindi Amazon BtoB o Alibaba per l’estero. In questo modo potrai sperimentare se i tuoi prodotti funzionano se c’è richiesta di mercato. Successivamente potrai gradualmente apprendere ciò che serve per essere presenti con il digitale.

Oggi la sfida non è soltanto esserci su queste piattaforme o avere un ecommerce, ma la sfida più grande è gestire tutto questo grande cambiamento. Organizzare le persone interne, assicurarsi che ci siano le competenze, che si riesca a gestire tutte le derivate che possono portare questi strumenti: la logistica, la gestione delle spedizioni, la customer care, andare gradualmente ci permette di sperimentare e soprattutto di imparare a gestire questo cambiamento.

Maia Management si occupa di portare la figura del Direttore del Digitale in outsourcing (Chief Digital Officer) nelle aziende. Analizziamo i processi e costruiamo la roadmap digitale, utilizzando il digitale per arrivare ad obiettivi di business definiti. 
In ambito export possiamo capire insieme quale canale è più interessante per la tua azienda.

Verifica lo stato di digitalizzazione della tua impresa

Compila il test gratuito per ricevere il report 

Ti potrebbe interessare anche..